sabato 5 maggio 2012

Matrimonio e no


Il matrimonio fa schifo, questo lo sappiamo tutti.
Rovina ciò che c'è di buono, è la tomba del sesso e tutte le altre frasi fatte.
Ho riflettuto sul perché di questa cosa.
Perché è quel "nella buona e nella cattiva sorte" che frega.
Voglio dire, se tua moglie ti fa girare i coglioni 
e hai un posticino dove andare per qualche ora a
sbollire un po', non sarebbe mica male.
Un posto per riprendere fiato,
un po' di tempo per rimettere insieme i pezzi e ricominciare daccapo.
Ovviamente dev'essere un motivo ai limiti del banale,
è chiaro che nei momenti veramente difficili ci si deve stare accanto.
Ma se tua moglie o tuo marito ti fanno girare i coglioni
e tu devi per forza tornare a casa da lui/lei,
perché è "nella buona e nella cattiva sorte", perché
il matrimonio è questa cosa un po' costrittiva
che ti forza a tornare a casa vostra anche quando non lo vorresti,
diventa soffocante, quantomeno.
Il pensiero di non avere alternative, di dover tornare
per forza sotto lo stesso tetto, senza una pausa.
A volte basterebbero giusto un paio d'ore in uno spazio tutto tuo
per ricominciare con gioia,
perché peggio di continuare a stare tra quattro mura con 
chi ti ha fatto arrabbiare, c'è il vuoto che lascia quando poi resti solo.
Se è la persona che ami.

11 commenti:

Sole ha detto...

Purtroppo, il problema è che siamo in Italia. Se solo avessimo i PACS, i matrimoni si ridurrebbero drasticamente. Ma se un compagno di lungo corso, nel caso di malattia del partner - ad esempio -ha meno diritti di un lontano parente per decisioni cruciali...che fare ?
Opzioni:
1. emigrare in un paese dove il Vaticano non detti l'agenda politica
2.Sposarsi (sigh)
3.Rassegnarsi a non contare per niente nel caso di decisioni cruciali

Inneres Auge ha detto...

Il matrimonio è un crimine contro l'umanità

kermitilrospo ha detto...

se è la persona che ami....... il concetto è tutto qui e il matrimonio non cambierà certo le cose anche se come contratto fa piuttosto schifo in effetti.

** Sara ** ha detto...

Matrimonio o no, la questione è che se ami qualcuno non puoi prendere solo il buono. La descrizione che dai per me riguarda i rapporti di lunga durata in generale. Poco importa se si tratti di matrimonio o convivenza. Il convivere con le persone è fatto di compromessi, sempre e in qualsiasi contesto. E' così anche nella famiglia d'origine. O non accetti i compromessi e resti solo, oppure prendi sia gioie sia dolori. Anche se non sei sposato è così. E poi bisogna tenere conto che oggi ti sopporto io, domani mi sopporti tu. E speriamo che ci siano giorni in cui siamo felici e basta e non ci sia niente da sopportare.

Detto tutto ciò io sto felicemente sola. Ma io sono aliena, la gente normale si sopporta spesso controvoglia ma spesso lo fa anche perchè fa parte del gioco, è lo scotto da pagare per avere amore, attenzioni e una vita a due. E forse hanno ragione loro e non io.

Bad Hands ha detto...

tutto tristemente vero.....

Dario ha detto...

Due appartamenti (se uno se li può permettere) e molto amore suona troppo chic?
Un saluto.
Dario

Insight ha detto...

"Il matrimonio fa schifo, questo lo sappiamo tutti" - Ah sì? Non me n'ero mai accorto.

Anonimo ha detto...

Boh a me il matrimonio non dispiace.
Che sia poi civile, religioso che ci siano i PACS cambia poco.
A mio modesto, eppur insindacabile giudizio, quello che complica le cose sono i mutui ed i figli più che le cerimonie.
Entrambe però rendono il tutto più interessante e decisamente meno noioso.
Lascerei a Jacques Brel l'onore di spiegare meglio il mio pensiero
http://www.youtube.com/watch?v=B7oNGtr8QFQ

Oggi sono arrogante, che ci vuoi fare.

Un saluto complesso
Peppino Calamaro

Sexybility ha detto...

Sole, Sara, sono d'accordissimo con voi, come se avessi pensato io le vostre parole!
Insight...hai avuto una ricchezza rara, lo sai benissimo...ed è stupendo che tu non ti sia mai accorto di quanto il matrimonio possa incidere negativamente.

Dario quella sarebbe la via di mezzo che preferirei :))

Peppino..non si possono paragonare i mutui ai figli xDDD

Atrox78 ha detto...

OK in questi giorni sto ponderando il mio matrimonio...fino a poco fa ero per il NO da un pò sono per il SI... tutto è dipeso dalla mia compagna che è una persona MERAVIGLIOSA... l'idea di fondo è che qualsiasi cosa che ti lega ti lega matrimonio convivenza ecc ecc... bhe dipende da come ce la viviamo noi.... convivere e avere un mutuo che ti lega è forse meglio che avere un foglio in comune?... oppure potremmo scegliere solo un meraviglioso spirituale e lì bhe c'è solo da scegliere... "fino a che c'è amore" "da un anno e un giorno" "finche morte non ci separi" ma anche "per l'eternità" (ok qua se si crede a un legamento per le anime) ecc ecc se non c'è ne monotonia ne frustrazioni e soprattrutto "libertà" e sogni in comune ma anche individuali da portare avanti la coppia funziona... altrimenti diventa una forzatura... basta che vi annoio sempre se è comprensibile il tutto...

Sexybility ha detto...

io sono felice del fatto che una donna ti abbia fatto cambiare idea sul matrimonio ^__^ è una cosa bellissima!