giovedì 17 maggio 2012

Contro l'omofobia


Qualche giorno fa due donne si sono dette sì senza 
rinunciare al loro abito da sposa.
Oggi è la giornata mondiale contro l'omofobia.
Questo post è dedicato a tutti quelli che quando si 
parla di gay corrono ad addossarsi al muro
per paura che il loro culetto innocente venga violato.
E' dedicato a chi pensa che il bacio tra donne sia come 
una pisciata per strada;
a tutti quelli che pensano che se sei un uomo e non ti piace
la patata, devi guarire, perché sei malato.
a tutti quelli che "se godi con un dito in culo sei frocio",
se sei uomo e ti piace leccare il tuo sperma sei comunque frocio.
E a tutti quelli che "una volta non esistevano queste cose".
Sveglia.
Certe cose sono sempre esistite.


Non è che perché si è cercato di ignorarle sono scomparse,
esistono da sempre.
E voi professori, dovreste fare studiare più spesso
i versi osceni dei poeti greci e latini, 'sta società va educata.
Ad esempio, Catullo, che se la faceva tranquillamente
con uomini e donne. Conosciamo tutti i suoi canti su Lesbia, 
questo è uno su Flavio:

VI. Flavio
Flavio, le tue delizie a Catullo,
se non fossero sgarbate ed ineleganti,
vorresti dirle né potresti tacere.
Proprio non so che di febbricitante
baldracca ami: ci si vergogna a confessarlo.
Che tu, in notti non vedove, scopi
lo grida la camera per nulla tacita,
fragrante di ghirlande e olivo estivo,
pure il cuscino anche e questo e quello
strofinìo, e lo scricchiolìò ed il dondolìo
agitato del letto tremolante.
Su tali cose prevale il nulla tacere.
Perché? Non mostreresti fianchi così fottuti,
se tu non facessi un che di sconcezze.
Perciò, qualsiasi cosa abbia di buono e di male,
diccelo. Voglio te ed i tuoi amori
con garbato verso gridare al cielo.

5 commenti:

fenicecherisorge ha detto...

In fondo non c'è miglior cieco di chi non vuole vedere. Mi piacerebbe poter dire di chi non sa pensare con la propria testa ma si limita a giudicare perchè la massa lo fa: "problema suo". La verità è che è, purtroppo, un problema di tutti. Non siamo veramente liberi se le persone non posso esprimersi liberamente per quello che sono

Inneres Auge ha detto...

è vero, c'è tanta gente che dice "prima non ce n'erano così tanti", probabilmente perché sessant'anni fa non c'era internet e la televisione e le storie (vere o presunte) non venivano a galla. Basti pensare che nei paesi dell' Italia centrale almeno fino al primo dopoguerra se una donna portava i pantaloni veniva "accusata" di essere lesbica

Anonimo ha detto...

nel mondo occidentale 2000 anni di cristianesimo ci hanno condizionati.... (non proseguo ho il dente avvelenato oggi)

ATROX

Monsieur Leguizamo ha detto...

Già risposto sull'argomento su un altro paio di blog, ma ripetermi non farà certo male!
Essere omofobo limiterebbe le mie opzioni di scelta nel gioco del Sesso!
Al mio culetto ci tengo, ma solo perchè sono di natura prettamente "attiva"! ;-P

kermitilrospo ha detto...

io ho la Giovanardifobia !