giovedì 24 maggio 2012

Amici del partner, ma mai amici tuoi



Da un po' di tempo rifletto sul fatto che, con molta probabilità, 
gli amici della persona con cui stai difficilmente saranno mai davvero amici tuoi.
Tempo fa sono stata con un ragazzo per diversi anni, ci aveva presentato uno dei
miei migliori amici. Quando ci siamo lasciati a me è dispiaciuto un casino anche per il gruppo,
si era rotto qualcosa e loro ci si erano trovati proprio in mezzo, in mezzo tra me e lui.
Quando ho espresso le mie perplessità al mio amico, lui mi ha detto:
"Non preoccuparti perché prima di essere suo amico, io sono tuo amico".
Mentre una sensazione di conforto alleviava un po' la morsa allo stomaco
un'altra sensazione si faceva strada: il dispiacere.
Non poteva che dispiacermi quella situazione.
Mi ha scritto una ragazza che si è trasferita a Torino da un po' 
e le uniche persone che  frequenta sono gli amici della persona con cui sta.
Mi scrive che ha capito che i suoi amici, quelli di una vita, quelli che 
hanno visto passare altre ragazze al suo fianco,
non saranno mai dei veri amici per lei.
Ogni volta che lui ha un comportamento che non va, loro 
lo giustificano sempre e così lei non trova in queste persone
un confronto onesto.
A volte si sente una delle tante, anzi forse anche meno, perché
 dieci anni la separano da tutti loro e quindi essendo più
piccola non ha mai voce in capitolo in alcune questioni.
Le ho chiesto invece come si comporta lui e lei mi ha detto che sono 
soltanto i suoi amici a darle qualche preoccupazione, che lui si comporta
bene nei suoi confronti, sente di essere importante nella sua vita e 
non una di passaggio.
Io le ho consigliato di essere sempre gentile con loro, 
ma di non lasciare mai che possano metterle i piedi in faccia.
Deve sapersi difendere da sola, senza aspettare che sia il suo uomo a farlo.
E deve cercare l'amicizia altrove, deve costruirsi una vita a Torino, per quanto 
sia difficile.
A voi è capitata una cosa simile?

6 commenti:

7di9 ha detto...

Successo, sì.
Credo che gli amici dei partner siano come i parenti: non te li puoi scegliere e, se necessario, devi sforzarti di andare loro incontro (bisogna farseli piacere, insomma; quanto basta, eh). Certo, si può sempre cambiare (se stessi o i rapporti), nulla è scritto. In ogni caso, in casi come questi ritengo fondamentale avere degli amici "propri", qualcuno, cioè, su cui contare sempre e a prescindere del partner. Altrimenti si rischia la pazzia o, peggio, la noia. :)

7

kermitilrospo ha detto...

non puoi far scegliere i tuoi amici da qualcun altro anche se questo qualcuno ti ama... certo non è detto però che non possano nascere amicizie con gli amici degli amici o degli amanti........... ......cristo mi sono ingarbugliato!!

BellaDiGiorno ha detto...

Ti dico solo che io ho cambiato addirittura città. Gli amici del tuo/a fidanzato/a non saranno MAI anche tuoi amici fino in fondo. E' così.
Si schiereranno sempre dalla sua parte qualsiasi cosa accada. Gli amici devo essere diversi, al massimo li puoi amalgamare ogni tanto ma le due fazioni ma devono rimanere sempre ben distinte.
A me ovviamente non piace tutto questo, ma purtroppo ci deve adeguare.
Hai proposto un'ottimo dilemma ;)

Sexybility ha detto...

7 caro, hai centrato...sono come dei parenti T__T
Io rischio la pazzia e la noia, al momento, tutte e due!
Kermit, tutto è possibile, ma finora non mi è capitato di essere amica degli amici dei ragazzi con cui sono stata...

Bella, sono decisamente decisamente d'accordo con te!!!!

Anonimo ha detto...

NU NU non sono d'accordo... se ti lasci non rimarranno amici di entrambi ma perchè non potrebbero rimanere tuoi amici... io continuo a uscire con gli amici della mia ex... e la spiegazione che mi è stata data è questa... "abbiamo più in comune con te che con lei" e in più non sono sparito dalla loro vita all'inizio di tanto in tanto andavo a trovarli per un saluto....

ATROX78

Sexybility ha detto...

e allora non erano poi così amici :) può capitare che trovi le persone con cui davvero vai d'accordo e allora è bello così! :)