mercoledì 2 maggio 2012

La figa non paga


O almeno, questo è quello che una mia amica sostiene.
Una delle sue frasi più ricorrenti è "Io sono donna e non devo pagare".
Quindi suo marito le deve fare pure benzina.
Ora, essendo io una nota femminista, 
chiaramente per me questa è una filosofia del piffero
ed è sacrosanto che mi stia sbattendo per mantenermi da sola.
Una volta invece una sessantenne mi disse "Se vuoi un figlio fallo adesso",
e io: "E poi chi va a lavorare per mantenerci?"
"Il padre".
'Sti gran cazzi, le ho risposto.
Non sono in cerca di qualcuno che mi mantenga,
né tantomeno farei da incubatrice solo per questo;
io non penso affatto che la donna "non debba pagare",
mi piace pensare alla donna come lavoratrice,
come membro importante della società anche aldilà della 
procreazione.
Eh sì, voglio tutto e più di tutto:
voglio il lavoro, la famiglia e i figli,
voglio affermarmi come persona, nel mio lavoro,
come madre e moglie all'interno di un nucleo familiare
e come grandissima porca a letto.
L'ho detto.
D'altronde mica nasciamo donne per niente,
siamo fatte apposta per essere così forti e volitive.


Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo,
da piccola, in una fumosa sezione di partito,
faceva compagnia ai miei giochi.

13 commenti:

Primo Ultimo ha detto...

E' uno dei miei quadri preferiti...

BellaDiGiorno ha detto...

Sposare uno, farci un figlio e farsi mantenere è l'ultima chance prima di affondare del tutto, dopo aver tentato di tutto e dopo aver creduto all'illusione di una amore di un lavoro e di una vita normale.

(è di una tristezza il mio commento........)

Atrox78 ha detto...

Bhe in una coppia di conviventi non credo ci sia poi differenza su chi paga coso se tutto è in comune i miei soldi sono anche della mia compagna e viceversa non credi?

Per il resto ognuno vive la propria vita come meglio crede... se si vuol rimanere chiuse in casa a badare a figli e casa e se ne ha le possibilità non ci vedo nulla di male... l'importante non abbandonare isogni di una vita...

il quadro lo adoro ha una potenza esagerata mi fa vibrare! Ma odio profondamente il puntinismo come tutti quelli che sono stati costretti a farlo alle elementari! :P

Pachino71 ha detto...

Dal tipo di quadro, direi che già da piccola frequentavi i Circoli della Libertà...:-))

Anonimo ha detto...

Ti mantieni, ti fai mantenere e cresci il figlio?
cos'è meglio cos'è peggio. Non lo so.

Ah me va bene anche il concetto espresso dalla tua amica. Ho la figa non pago.
Ok
Però ci mettiamo anche il cazzo e lo prendi.
Per cui ti faccio il pieno di benzina torno a casa e ti faccio il pieno di sperma.

Con arroganza
Peppino Calamaro

BellaDiGiorno ha detto...

Peppino il calamaro è il tipico esempio di arrongante misogino.

kermitilrospo ha detto...

bisogna lavorare troppo per potersi permettere tutto, indipendenza compresa.

Sexybility ha detto...

A me il pieno di sperma mica dispiace xD
appena riuscirò a connettere risponderò più seriamente!

dunque.

sono felicissima che il quadro vi piaccia! :DDD
ahahah Atrox! io non sono stata costretta e sono salva xD il puntinismo mi piace! :D
Ma si trova soprattutto iln altri quadri di Pellizza, tipo Panni al sole se non erro...

Bella, hai ragione, è proprio l'ultima!! io però prima ho considerato l'opzione "toccarsi su internet" xD

Eh Pachino..quei circoli li hanno chiusi poi...

Peppino, cinicamente, se dopo anni e anni della stessa figa che non paghi ma scopi sempre poi ti scocci continui a mantenerla? O_o

Kermit...AMEN

SquilibrioDeiSensi ha detto...

la penso come te..se fossi mantenuta,solo in quanto madre o donna a carico,mi sentirei una parassita ed una persona non realizzata.
potrei insanire..
eppure ci sono molte donne che si sentono realizzate a fare le mantenute.
noi non siamo fatte così evidentemente.
(peccato..o per fortuna..?io opto per la seconda..!)
bacio

Anonimo ha detto...

E se fosse più una questione mentale che altro?
E se non fosse per tutte il lavorare e crescere figli
Si tratta di mantenere o di scegliere un'organizzazione sociale che permetta a tutti di vivere con dignità e di sentirsi realizzati?

E poi, ci si stanca dopo tanti anni a scopare la stessa donna? Si e no, che tu la mantenga che ti mantenga lei (bello fare l'uomo oggetto) o che mi manteniate tutti e due. In fondo ci si stanca di tutto anche di se stessi ma poi ci si riappassiona alla grande di poco e con facilità anche di se stessi, via.

Eh ma che peso che sono. Ho scritto una rispostona senza neanche scrivere una porcata non va bene.
Ecco diciamo che un discorso del genere andrebbe fatto, perchè sia perfetto e per poter avere l'ultima parola mentre la tua interlocutrice te lo prende in bocca con savoir faire (et voilà maialata più francese così non ti si tiene più)

Un saluto introspettivo
Peppino & Calamaro Sexual consulting

Ps.: BRAVA che ti piace farti riempire di sperma!

tonico ha detto...

Sarebbe da idioti educare le donne per poi tenerle in casa o che da sole optino di stare a casa. E' come dire arrivi fino a qui e ti fermi. Uno spreco di talento e energie. Dopo l'educazione, il voto e l'accesso alla magistratura non ci sono ostacoli e non ci devono essere ostacoli. Ognuno si realizzi come può.
Solo la mancanza di opportunità fa nascere queste discriminazioni. Allora dobbiamo concentrarci a creare le opportunità occupazionali ed abbattere i numerosissimi ostacoli che ci asfissiano. Solo il lavoro redime tutti, uomini e donne. Tutti gli altri discorsi sono semplici corollari.

Lust TSD ha detto...

Sono terribilmente d'accordo con l'uso del termine "parassita" di SquilibriodeiSensi, con una parola ha centrato il concetto.

UnLupoinToscana ha detto...

Approccio volitivo e giusto. Difficile contestare. Bisogna anche dire che quell'inciso sulla "grandissima porca a letto" mi piace molto, come del resto la precisazione sul farsi riempire di sperma (sperando che ti piaccia anche la doccia di sperma). Sensibilità maschili! Siamo personcine semplici!