giovedì 9 maggio 2013

Il modo giusto


Qual è il modo giusto di dimostrare i sentimenti? Qual è il modo giusto di amare qualcuno? È come chiedere quanti punti ci sono su un un piano.
Infiniti.
...Stando a quel poco che ricordo della geometria.
Ognuno ha un proprio modo di manifestare i suoi sentimenti, personale, una lingua che ha dei segni precisi, anche se non sempre evidenti.
E io ho un modo di comunicare l'amore tutto mio, come lui. 
La domanda frequente è un'altra:
Chissà se riesco a far sentire quello che provo e la sua intensità? Come quando sono sopra di lui e faccio quel movimento coi fianchi, che lo manda altrove e io sento che che mi soddisfa, mi sento piena del suo sesso e di piacere. E mi chiedo se intuisce quanto possa godere, dalle espressioni del mio viso o dai miei umori da fiume in piena e sesso scivoloso.
Come possiamo comunicare i nostri sentimenti?
Sí, ho una vena malinconica.
Come cazzo ho fatto a stare dieci giorni a Londra, (dove ha piovuto solo un paio d'ore) e a beccarmi bronchite e faringite?
Non dimenticherò mai la National Gallery, né Southwark.




8 commenti:

JD ha detto...

Credo che il solo modo in cui non si riesca a farlo capire sia a parole. per il resto...il sesso...come si bacia...o come si guarda l'oggetto del nostro amore...sono tutti modi più che espliciti :-)
Beh io la faringite l'ho presa in emilia...non ho avuto nemmeno la soddisfazione di vedere londra :-(

Sexybility ha detto...

Hai detto una cosa molto bella e molto vera, JD. Il linguaggio del corpo è molto più efficace :)

Sexybility ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Femmina Gaudente ha detto...

Io mi sento amata tutte le
Mattine. Quando scarmigliato mi porta il caffè a letto e dice" che bello che ci sei"
FG

Sexybility ha detto...

Cara Femmina...spero... :))))

UnLupoinToscana ha detto...

Mi piace questo tuo oscillare tra il sentimentale femmineo e il maialoso intenso. Emozionante il passaggio dei "miei umori da fiume in piena e sesso scivoloso". Eh.

Contro ha detto...

Non c'è comunicazione non verbale migliore del sesso, nel bene e nel male. Scevri da mediazioni vien fuori molto di noi, e se non vien fuori, vuol dire che non c'è la sintonia giusta o complicità per farlo apparire.

UnUomo.InCammino ha detto...

In quei momenti penso che ci sia la voluttà e l'istinto più che il sentimento.
Anche in altre culture che hanno scienza, conoscenza e coscienza dell'eros più fini il chakra dei sentimenti, Svadishtnaga, è il secondo, un po' più su, diciamo all'ombelico.
Le pelvi hanno a che fare con qualcosa di selvaggio, di terraneo, di atavico.
Forse una carezza sul ventre o un abbraccio in silenzio riescono a comunicarli un po' i sentimenti.