martedì 22 maggio 2012

Tradire con l'anima, tradire col corpo




Il tradimento è un argomento che vi coinvolge parecchio,
e come potrebbe essere altrimenti.
Mi hanno dato molto su cui riflettere i vostri commenti,
soprattutto quelli sulla distinzione tra il tradimento volto 
al puro piacere fisico e quello che avete definito "dell'anima".
Presumendo che tutti siamo d'accordo su cosa sia il primo...
a quanto ho capito il tradimento dell'anima è quello che 
implica anche un certo coinvolgimento emotivo.
Ho capito bene?
Ossia, se conosco una persona che mi attizza un casino, 
tanto da non poter tenere a bada quello che ho tra le gambe,
tanto non farmi ragionare e farmi trascinare solo dall'istinto,
che mi dice che io mi devo fare assolutamente quella persona,
altrimenti mi rimarrà sempre il rimpianto di non averlo fatto
e comincerò ad immaginare quella persona molto più sensuale, molto più appetibile
di quanto in realtà possa essere e proprio per questo
io me la devo fare, altrimenti la idealizzerò e sarà una tortura peggiore...
e dopo che me la sono scopata perde totalmente significato per me,
è passata come l'orgasmo che mi ha provocato, che non mi ha lasciato
addosso nient'altro che il suo odore...io ho tradito col corpo;
ma se invece quella persona mi prende aldilà del sesso,
per come si muove, per quello che dice, per come mi tocca,
per come sa capirmi, e una volta che ci ho fatto sesso,
voglio che ci sia un'altra occasione per farlo,
e poi un'altra, e poi un'altra ancora,
perché in mente non ho altro che quella persona,
che sa che per lei ci sarò sempre,
che conosce un lato autentico di me...
il cui solo pensiero fa sparire la persona con cui invece sto
davvero, quella che ho scelto...
allora io ho tradito con l'anima.
Ho capito bene?

 Se è così, capisco il vostro punto di vista, posso comprenderlo.
Ma se il mio uomo mi tradisse "col corpo" e poi tornasse
da me, nel mio letto, dentro di me, mentre facciamo l'amore,
mentre mi guarda negli occhi e mi dice che mi ama...
io ignorerei che quel corpo non si unisce solo al mio,
ma anche a quello di altre donne, con cui entra in comunione
anche solo per mezz'ora (e sono stata clemente, non ho considerato le sveltine U_U),
che agisce in preda all'istinto come un qualsiasi animale.
Sarò bacchettona...sarà che se una donna tradisse col corpo
sarebbe etichettata immediatamente come grandissima troia...
ma per me il tradimento col corpo non è irrilevante,
a meno che non si facciano le cose in due.
Se uno solo fa questo di nascosto tradisce la fiducia
dell'altro e se questo non è un tradimento dell'anima
allora non so cos'altro lo sia.

14 commenti:

kermitilrospo ha detto...

sono punti di vista... credo che se un uomo (o donna... è uguale per me, siamo troie!) abbia esigenze "fisiche" che il partner per 1000 motivi non è in grado di soddisfare, e magari il partner è pure bacchettone\a e non accetta che vada con altre persone forse il tradimento ci può stare, anche se in effetti la complicità in queste cose è sempre la cosa migliore da ricercare.

Primo Ultimo ha detto...

Il tradimento, che sia dell'anima o del corpo, colpisce la fiducia reciproca. E da lì inizia una valanga che spesso (direi sempre) finisce con la distruzione di tutto. E' come togliere un tassello che sembra insignificante ma che alla fine si scopre reggere l'intera struttura.

Cauto Ed Esagerato ha detto...

Il tradimento da quanto si è detto sinora si distingue in due categorie: quello fisico e quello dell’anima.
Il primo è quello relativo al sesso e basta, mentre il secondo è consapevolezza che si vuole stare con un piede in due scarpe, una doppia relazione una doppia vita.
Sia l’uomo che la donna sono istintivi e se trovano un’affinità, una persona che piace, che attrae fanno anche sesso. Poi bisogna vedere se la relazione continua e se oltre al piacere fisico si trova anche una intesa psicologica, e se ciò avviene si potrà denominare in tradimento dell’anima. Poi se l’intesa è perfetta, si potrà anche optare di lasciare il proprio compagno/a per quello/a nuovo. Cambiare in pratica le dinamiche del percorso di vita con un’altra persona.

Anonimo ha detto...

Se un uomo tradisce, tradisce a metà, per 5 minuti e non eri più qua.

In quella valigia tutto il nostro passato, non ci può stare.

Il tradimento è tradimento, comunque lo si guardi e' un gesto scorretto verso il partner.

E' pur vero che se si tradisce, un motivo c'è.

Direi che per quanto deprecabile, alla fine ci si puo' anche passare sopra: 5 minuti (ok, 30, gli standard si sono elevati dai tempi di Inglesias) valgono anni di relazione di coppia? Forse e' questa la domanda da farsi :)

LoverUnited

BellaDiGiorno ha detto...

e dopo che me la sono scopata perde totalmente significato per me

E mica è sempre così. Può accadere anche che scopi e poi ti innamori....

7di9 ha detto...

Devo dire che concordo.

Monsieur Leguizamo ha detto...

Considerazioni molto superficiali. Avete mai "tradito"? Ma, soprattutto, avete mai avuto qualcuno da "tradire"? O avete avuto qualcuno con cui "tradire"? Se manca anche solo uno di questi fattori all'equazione, si tratta solo di fuffa. Chiacchiere a vuoto.
Per me, il tradimento non esiste; ovvero: posso tradire solo me stesso.

Sexybility ha detto...

Da premettere che non sono qui per giudicare, ma per dire solo come la vedo io...premesso che non mi ci sono mai trovata veramente, se io sto con qualcuno e vado con qualcun altro per me è tradire me stessa, se io amo ancora il mio compagno. se non lo amo più allora sono onesta con me stessa, perché a me di quella persona non mi importa più, semplicisticamente. ma p anche vero che potrei lasciare prima di andare con qualcuno. Monsieur, se la tua donna si comportasse come te, se anche lei avesse l'idea che hai tu del tradimento, l'accetteresti? perché è facile non tradire se stessi e andare con chi ci ispira di farlo all'insaputa dell'altro.

Bella, quello è il secondo caso,

"ma se invece quella persona mi prende aldilà del sesso,
per come si muove, per quello che dice, per come mi tocca,
per come sa capirmi, e una volta che ci ho fatto sesso,
voglio che ci sia un'altra occasione per farlo,
e poi un'altra, e poi un'altra ancora..."

:)

poi sul fatto che se si tradisce il motivo c'è sono d'accordissimo. mica è facile stare tutta la vita o anche sollo 10 anni con qualcuno senza desiderare qualcun altro, un brivido che solo un nuovo flirt o un nuovo amore possono darti. su quello non si discute. io stesse ne ho paura.

BellaDiGiorno ha detto...

Io dopo 5 anni ho tradito. Ho sperato che passasse... Ce l'ho fatta a resistere per due anni, perchè credevo che era solo una sbandata che lo amavo ancora poi addio ho fatto la valigia e chi si è visto si è visto. C' è anche da dire che siamo andati a vivere insieme che eravamo cosi piccoli......

Monsieur Leguizamo ha detto...

La mia compagna è sempre stata libera di fare ciò che vuole...e premetto che chatte non è la mia compagna. E da qui trai le tue conclusioni. Quando dico che ho fatto del Sesso e del Piacere la mia ragione di vita, non lo dico tanto per dire...e voi potete fare lo stesso? Non giudico, ma trovo riprovevole essere giudicato, specialmente da persone (e non parlo di te Sexybility) che dei loro blog fanno tele per mosche nella speranza di rimediare un pelo di fica e poi fanno gli pseudomoralisti sociali nei commenti.
Amo ciò che sono....e non vorrei mai essere diverso. Detesto l'ipocrisia....questo è sbagliato?

Monsieur Leguizamo ha detto...

P.S. e poi chi può dire quanto amore si è capaci di dare? Se tu riesci ad amare una sola persona è un tuo limite, non il mio.

Sexybility ha detto...

Bella, secondo me in quel caso il tradimento è un segnale ben preciso di qualcosa che era difficile da ammettere persino per te. e poi è vero, quando si è piccoli è ancora più difficile prendere coscienza di certe cose, specie se si è condiviso tanto insieme.


Monsieur, al momento in cui quello che si fa non è alle spalle dell'altro, ma alla luce del sole, nel senso che si è chiari sulla propria natura, come tu lo sei con la tua, le cose cambiano. a quel punto non è un tradimento della fiducia, perché se si è chiari sin dall'inizio non ci si può aspettare la fedeltà e l'univocità.
Amare una sola persona è un limite dici? da un certo punto di vista sì, forse si può essere indecisi dall'amore per due persone...ma non ci sarà solo sesso e piacere con quelle no? :) si tratterà di ben altro.
a me interessa solo andare a fondi di queste cose, sviscerarle, per confrontare il mio punto di vista con quello degli altri, per guardare oltre la mia visione delle cose.

Endi ha detto...

Per me è tutto troppo psicologico.
Forse è che ci inventiamo 1000 scuse per non dirci la verità.
Bel bloggarello.

Sexybility ha detto...

Grazie :*