lunedì 23 aprile 2012

Io, mammeta e tu



Una ragazza che chiamerò Crista
mi ha scritto un po' incazzata e anche piuttosto delusa
dal suo uomo.
Da tempo aspetta che si decida ad andare via da casa 
di sua madre per vivere da solo - ed eventualmente con lei -
per porre fine alla mancanza di privacy e alla presenza
di una madre, pur discreta, ma comunque in mezzo alle palle.
Dovevano andare a vedere una vecchia casa di famiglia
insieme ad un tizio che ristruttura appartamenti e 
lei pensava che ci sarebbero andati da soli
o al limite con la madre di lui.
Ebbene no, appena si è sparsa la notizia della visita 
ai fini di un preventivo, Crista si è ritrovata,
come per magia, un capannello di gente molto simile
a quello che vedete nella figura sopra, attorno alla Madonna.
C'erano: il migliore amico di lui, sua moglie, sua cugina e 
la madre del suo migliore amico nonché amica della madre
del ragazzo di Crista, donna molto pettegola e un tantino stronza.
Da momento di romantico pensare ad un futuro a due,
si è trasformata in una specie di riunione in cui tutti
mettevano il naso su cosa rifare, quali colori
scegliere per le pareti e altre amenità.
All'improvviso Crista si è ricordata del fatto
che non sta con una persona esattamente adulta,
ma con uno cui la madre sbuccia ancora la pera.
Povera Crista.

P.S. Pensavo alle vostre osservazioni sulle madri di
uomini mai cresciuti, avevate proprio ragione.
Quell'affresco magnifico si trova a Siena, a
Palazzo Pubblico ed è di Simone Martini,
una sorta di Dio della pittura religiosa
medievale.

6 commenti:

ganfione ha detto...

io ti ringrazio infinitamente per questi spaccati di vita quotidiana perché mi fanno pensare di avere ancora vent'anni. infatti pensavo (o perlomeno speravo) che certi problemi fossero stati superati negli anni '80. vedo invece che gli uomini son sempre i soliti mammoni senza palle e tutti in generale ne sanno sul sesso quanto ne sa mio figlio di 12 anni. evviva.

Primo Ultimo ha detto...

Ad un punto bisogna avere la forza di strappare il cordone...

kermitilrospo ha detto...

povera crista è davvero il commento adatto alla situazione dato che se si tiene un tipo che si fa sbucciare la frutta ancora da mammina qualche problemino deve averlo anche lei !!!! (e non menatemela con l'amore e tutto il resto)

Bionda ha detto...

Per esperienza personale....
la povera Crista deve mollarlo subito!
Il Moroso non si deciderà mai a lasciare la madre, e riuscirà a convincerla che la soluzione migliore sarà di andare a vivere a casa di mammà, temporaneamente!
Senza specificare che temporaneamente, era riferito in eoni di formazione di una galassia!!

Ti adoro, sempre nei tuoi post!!


B.

Sexybility ha detto...

Bionda grazie *__* e io adoro il modo in cui sai descrivere il sesso!!

Atrox78 ha detto...

Premetto che quando mangio dai miei mia mamma mi sbuccia la mela... ma è una coccola più per lei che non per me...
Per il resto credo che se trovi la persona giusta non c'è bisogno neanche di una casetta perfetta e accogliente ma bastano due stanzette mezze sgarrupate per iniziare una convivenza e soprattutto non stai a pensarci troppo (ve lo dico con cognizione di causa).... quindi Cristina non è quella giusta per lui e viceversa....