lunedì 11 marzo 2013

Deontologia dell'insulto all'ex et alia



A me fa troppo ridere!



Ti lasci e subito dopo ti butti in un'altra storia.
Guarda che ci saranno delle conseguenze, eh, tu non mi credi,
vuoi correre, hai paura di perdermi,
ma ti assicuro che ci saranno situazioni difficili da gestire,
ora non te le so dire, ma le avverto nell'aria,
come l'odore di neve prima di risvegliarsi
in una città tutta bianca.

Certe ferite sono ancora fresche,
certi dolorosi ricordi, dietro l'angolo.

Fino a che punto si può consentire agli ex
di chiamare quando gli pare a loro?
Le cose vanno messe in chiaro, è giusto,
ne va del rispetto della persona con cui si sta insieme.
Ma restare in buoni rapporti o troncare
è una decisione privata, personale.
Si deve solo far sì che l'ex non si intrometta, che rispetti
noi e i nostri spazi, ma se quando fa il compleanno
gli si fanno gli auguri non muore mica nessuno.

Chi decide se sia giusto troncare definivamente
con le persone con cui si è stati?
C'è una regola scritta?

Dove va a finire quell'amore? Può trasformarsi in qualcos'altro?
Il passato che torna è una costante delle storie d'amore,
qualcosa su cui si va a sbattere, come la morte e le tasse.
E io la soluzione non ce l'ho, ma, se volete un consiglio,
quando vi viene voglia di parlare di un'ex,
mettete in bocca qualcosa.
Qualunque cosa.

Sono cose private, troppo private, che nessuno
potrà mai capire fino in fondo,
giudicare è fin troppo facile, 
le parole amare sulla punta della lingua.
 
Infatti non vi dovete incazzare se diciamo
che le ex sono troie,
ci sono regole non scritte, qui sì:
nella maggior parte di casi
l'ex è un coglione, la ex una troia, 
con buona pace del rispetto e del bon ton.
Poi se ci vogliamo prendere in giro è un'altra storia.


7 commenti:

Masquerade ha detto...

In effetti, se l'ex non ci prova, non vedo un gran problema...la domanda è: ne vale davvero la pena?

Insight ha detto...

Nel breve-medio periodo secondo me è meglio un black-out totale.
Un po' come cantava Battisti in "prendila così".
Sul lungo periodo... boh.
Random.
La mia ex è una cara amica, abbiamo le nostre vite però quando ci ricordiamo che ci siamo voluti bene sorridiamo.
Mi permetto di linkarti cosa scrivevo a proposito di questo tema. http://latogrigio.blogspot.it/2011/11/trasformazioni-orizzonte-ed-infinito.html
Tu sei giovane e piena di passione/i, io già più grigio.
Abbraccione.

electricblue ha detto...

Mah.... forse ma non credo. Penso che dipenda dal/dalla ex ma dall'attuale compagno/compagna. Dipende dal carattere. E comunque (trattandosi di EX, passa!

chaillR ha detto...

arrivo qua perché accodata a Insight, ma mi assumo la responsabilità di ciò che dico ;-)
bhé è un discorso soggettivo: io mi ci relaziono grossomodobene (è tutto dire lo so), ma lui per me mai sarà un coglione :-)

Atrox78 ha detto...

...se tralascio quelle che mi vorrebbero accoltellare, uccidere, sciogliere nell'acido, passarmi sopra con la macchina... magari anche tutto insieme magari non in quest'ordine.... con le altre sono rimasto amico... con la mia compagna usciamo spesso con qualche mia ex o suo ex... poi ce ne ho una che preferirei non vederla...(non tanto per me, quanto perchp se si staccasse forse riuscirebbe a crescere) il problema che non la posso mandare a fare in culo ogni tre per due....

Sexybility ha detto...

masquerade...non saprei risponderti, non più.

Insight sono perfettamente d'accordo. Perfettamente. Ora vengo a leggerti :) abbraccio a te!

chaillr, infatti sono coglioni per chi viene dopo ;D

Atrox, che situazioni complicate!! :D e come gestite le uscite con gli ex???

Atrox78 ha detto...

... gli ex che sono amici sono amici...ci si esce come con gli amici... con alcuni è più semplice sono spasati/e con prole... magari escono fuori delle battutacce ma siamo in Toscana nessuno si offende se parli male delle sue prestazioni sessuali :P