domenica 21 agosto 2011

Se il passato ci insegue...



possiamo far sì che resti dov'è? 
O dobbiamo per forza aprir sempre quella porta per lasciarlo entrare?
Voglio dire, se il passato tende a bussare alla mia porta sta a me lasciarlo fuori.
Se ritorna indisturbato vuol dire che io gli ho dato l'agio di farlo, gliene ho fornito la possibilità. 
E' inutile fare le vittime, se vogliamo, possiamo accettarlo, in tutte le sue forme e poi lasciarlo andare...o buttarlo fuori a calci.
No?

5 commenti:

Fidelio ha detto...

Secondo me dipende dal tipo di passato, perchè a volte volenti o nolenti è difficile accettarlo, magari ritorna una parte di noi che avremmo voluto tenere nascosta.

nonsòchecazzom'èpreso ha detto...

Puoi decidere cosa fare del passato.

Sexybility ha detto...

Se il passato è particolarmente spinoso può capitare quello che hai detto, Fidelio, senza dubbio. E là...c'è poco che si possa fare...
Nonsò...io sono pienamente convinta che nei casi meno "pesanti" siamo noi i padroni della situazione.

nonsòchecazzom'èpreso ha detto...

Quelli più pesanti ti travolgono?

Sexybility ha detto...

a volte si...sono forse più difficili da controllare...